• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Tudor: il ritorno del Ranger

Con gli attuali prezzi dell’alta orologeria, diventa sempre più difficile trovare un orologio di qualità da indossare tutti i giorni. Chi un tempo si rivolgeva a Rolex per i suoi orologi sportivi di lusso, in grado di coniugare eleganza e robustezza, oggi può ritrovarsi in difficoltà nel vestire un Submariner, il cui costo supera abbondantemente la decina di migliaia di euro, o un GMT, che quota sul mercato il triplo del listino, nel corso delle attività per cui questi Rolex sono stati progettati.

Fortunatamente, esiste una Casa che, da molto tempo, affianca i “coronati” con modelli ugualmente robusti, ben realizzati e a prezzi più accessibili. Parliamo naturalmente di Tudor, azienda nata per volontà di Hans Wilsdorf, fondatore di Rolex, con l’obiettivo di portare le innovazioni di Ginevra a un pubblico più ampio.

In questo articolo andiamo alla scoperta di un gradito ritorno di casa Tudor, il Ranger: un segnatempo dall’estetica pulita, versatile e ben realizzato. Ascrivibile ai field watch, è un’ottima alternativa al Rolex Explorer, con alcune caratteristiche che lo rendono unico, rispetto al “fratello” di casa Rolex… Leggete per scoprirne di più!

Tudor Ranger: estetica e storia

Il Tudor Ranger è un modello recente, figlio della nuova Tudor, quella che ha come capostipite la fortunata linea Black Bay. Come il resto della linea attuale della Casa della Rosa, il Ranger adotta stilemi degli anni Sessanta e Settanta, per un’estetica decisamente vintage. La vicinanza al passato è però solo nell’estetica: per dimensioni, materiali e tecnica, i Tudor sono orologi decisamente contemporanei.

Il Tudor Ranger si richiama al Tudor Prince Ranger degli anni Sessanta, un orologio che ebbe discreto successo, rivolto a sportivi ed esploratori. È evidente la vicinanza stilistica del Tudor Ranger di oggi al suo predecessore, che a sua volta contiene numerosi richiami al Rolex Explorer I.

Il rilancio del Tudor Ranger avviene in occasione del settantesimo anniversario della spedizione scientifica inglese in Groenlandia, che durò ben due anni. Grazie a quell’impresa, Tudor poté testare i suoi segnatempo in condizioni estreme. Furono infatti forniti ai membri della spedizione gli allora nuovissimi Tudor Oyster Prince, i primi modelli della Casa della Rosa a mutuare le due caratteristiche che stavano decretando il successo di Rolex: la carica automatica e l’impermeabilità.

Tudor Ranger: dimensioni e caratteristiche tecniche

Il Tudor Ranger di oggi è parecchio cresciuto, rispetto al predecessore. Risulta subito evidente non solo la differenza di diametro – si passa da 34 a 39 millimetri – bensì anche il maggior spessore e la costruzione più massiccia di cassa e bracciale. Sebbene l’estetica ricalchi quella degli anni Sessanta, il Tudor Ranger è decisamente un orologio del nostro tempo.

Anche il movimento del Tudor Ranger rivela la sua concezione moderna. Il calibro MT5402 è infatti di manifattura Tudor e garantisce una riserva di carica di ben 70 ore. La spirale del bilanciere è in silicio, scelta che non accontenta tutti: se è vero che rende totalmente insensibile ai campi magnetici l’orologio, c’è da dire anche che, in fase di manutenzione, risulta molto più difficile da maneggiare per l’orologiaio rispetto a una spirale metallica tradizionale, finendo quasi per costringere il proprietario a rivolgersi all’assistenza della Casa madre. Con i costi che ne conseguono.

Tudor Ranger: prezzo e disponibilità

Il Tudor Ranger ha un prezzo di listino pari a 2.600 € nella referenza M79950-003, con cinturino in stoffa, e di 2.900 € nella versione braccialata, ref. M79950-001. L’orologio è già disponibile presso i concessionari Tudor. Se volete risparmiare puntando sull’usato, o se i modelli Tudor di ieri vi affascinano, vi consigliamo di consultare la nostra vetrina online, dove troverete solo orologi provenienti da commercianti certificati.

Se vi è piaciuto questo articolo, non perdetevi i prossimi: iscrivetevi alla newsletter di Chronosect cliccando in fondo alla pagina!

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito