• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

I Patek Philippe fuori produzione nel 2021

Dr. N

A inizio gennaio 2021, hanno iniziato a circolare delle voci riguardanti la possibile uscita di produzione di alcune referenze Patek Philippe, delle quali la più rappresentativa è certamente il Patek Philippe 5711 Nautilus. Quando poi queste voci sono state confermate, si è assistito ad una fiammata nei prezzi, già molto superiori al listino, di questo apprezzatissimo segnatempo.

Andiamo allora a vedere alcuni dei Patek Philippe più importanti usciti di produzione nel gennaio 2021.

Patek Philippe Nautilus 5711/1A

Sicuramente l’uscita di produzione che ha fatto più rumore. Il Nautilus è tra gli orologi in assoluto più apprezzati nella gamma Patek Philippe. Disegnato in origine da Gerald Genta, il Patek Philippe Nautilus rimane dagli anni Settanta il riferimento assoluto negli sportivi di lusso insieme al suo grande rivale, il Royal Oak di Audemars Piguet. È difficile pensare che, nel lungo termine, Patek Philippe si priverà del Nautilus, uno dei pezzi più apprezzati della sua collezione. Nel breve termine, però, l’annuncio del ritiro dalla produzione non ha fatto altro che scatenare la domanda del 5711/1A, portando il prezzo di mercato, già doppio rispetto al listino, a vette prima inarrivate. Servirà qualche mese per capire se questi livelli di prezzo sono una fiammata speculativa o se ci si attesterà effettivamente su cifre tanto elevate.

Patek Philippe Calendario annuale con fasi di luna ref. 5416

Questo classico orologio da sera vanta la celebre cassa Calatrava di Patek Philippe, un quadrante equilibrato che sa integrare numerose indicazioni senza apparire troppo affollato. Ricomprese in una cassa dalla non eccessiva dimensione di 39 mm troviamo la riserva di carica, il giorno del mese e della settimana, il mese dell’anno, le fasi lunari e, naturalmente, ore, minuti e secondi. Completa la piacevole estetica del Calendario annuale ref. 5416 il fondello in vetro zaffiro, che permette di ammirare il ben rifinito movimento che ci si attende da un Patek Philippe.

Ore del mondo 5131/1P

Il Patek Philippe Ore del Mondo 5131/P è un altro modello che ci lascia quest’anno. Una versione in platino di un orologio molto apprezzato di casa Patek, dotato di una complicazione che gli permette di segnare l’ora di diverse località lungo tutti e 24 i fusi orari mondiali. La cassa in platino da 39.5 mm dialoga con il tema “glaciale” del quadrante, ottenuto con una insolita prospettiva settentrionale del mondo, centrata sull’Artico. La mappa è realizzata deponendo strati successivi di smalto al centro del quadrante, una tecnica detta cloisonné, attuabile solo da esperti artigiani – lo smalto è uno dei materiali di più difficile lavorazione -.

Ripetizione Minuti con Calendario Perpetuale 5374P

Chiudiamo in bellezza la rassegna con un bellissimo esempio di quel che Patek Philippe sa fare con le sue Grandi Complicazioni. In questo Patek Philippe 5374P, la cassa in platino da 42 mm e il pregiato quadrante nero realizzato in smalto – materiale che garantisce una durata potenzialmente illimitata al quadrante stesso – accolgono un movimento che integra due delle tre più prestigiose complicazioni esistenti in orologeria. Parliamo del Calendario Perpetuo e della Ripetizione Minuti, complicazioni che già da sole bastano a qualificare un segnatempo come di alto prestigio, ma che riunite sono accessibili solo a poche maison di altissimo livello, come Patek Philippe.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci leggendo il nostro Magazine!


Condividi articolo con: