• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Movimento di fornitura: cosa significa davvero?

Dr. N

Nella prima parte di questo articolo, abbiamo imparato cos’è un movimento di manifattura e quali sono i suoi pro e contro. Andiamo ora a scoprire che significa “movimento di fornitura” e quali sono i pro e i contro di questa soluzione, adottata da molti produttori di orologi.

Il movimento di fornitura

Un movimento di fornitura è un meccanismo progettato e realizzato da un’azienda terza rispetto al produttore di orologi che disegna e costruisce il resto del segnatempo. I maggiori produttori di Ébauche sono ETA (Gruppo Swatch) e Sellita in Svizzera, Miyota (Citizen) e Seiko in Giappone, Seagull in Cina.

Un calibro SW200-1 a di Sellita, nella versione a elevato grado di finitura

Pro e contro del movimento di fornitura

Il movimento di fornitura, se prodotto da un’azienda rispettabile, può essere un’ottima scelta. Questi calibri hanno solitamente valide prestazioni cronometriche, soprattutto nelle versioni a elevato grado di finitura, oltre a una notevole robustezza. Le Ébauche, inoltre, possono essere elaborate e adattate all’orologio in cui sono montate, al punto tale da rivaleggiare con calibri anche rinomati. Inoltre, i movimenti di fornitura sono usualmente prodotti in grande serie e i ricambi saranno reperibili per molti anni a venire.

Gli svantaggi del movimento di fornitura? Essenzialmente il loro essere adattabili solo sino a un certo punto agli orologi più particolari, come quelli di forma. E, naturalmente, il prestigio percepito: su un orologio da decine di migliaia di euro solitamente ci si attende un movimento realizzato all’interno dell’azienda orologiera.

Un Seiko NH 35, tra i movimenti più utilizzati dai micro-brand

Ébauche o in-house: quale scegliere?

Se state acquistando un orologio meccanico economico, difficilmente troverete un movimento di manifattura al suo interno, a meno che non si tratti di segnatempo realizzati dallo stesso produttore dei movimenti, come accade con Seiko. In generale, gli orologi di microbrand come D1 Milano, Meccaniche Veneziane o Christoph Ward montano movimenti Seiko o Sellita, quindi Ébauche. Ma ci sono anche Case di lusso che ricorrono alla fornitura: un esempio è stato, sino a tempi recenti, Tudor, controllata nientemeno che di Rolex, che montava movimenti ETA.

Se state acquistando orologi di pregio, valutate se il movimento di manifattura può essere un vantaggio in termini di tenuta del valore dell’orologio nel tempo, considerando però anche i probabili maggiori costi di manutenzione. Non dimentichiamo però che talora una Maison prestigiosa faccia ricorso a un movimento di fornitura perché, semplicemente, quel particolare movimento è il migliore disponibile: un caso celebre è quello del Rolex Daytona “Zenith”

Se vi è piaciuto questo articolo, iscrivetevi alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggete il nostro Magazine!

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito