Tourbillon, un vortice d’ingegno

Dr. N

LE GRANDI COMPLICAZIONI DELL’ALTA OROLOGERIA

Serie di tre articoli sulla ripetizione minuti, il calendario perpetuo e il tourbillon

IL TOURBILLON

Il tourbillon è un compensatore meccanico della forza di gravità.

La necessità di creare un tale meccanismo sorge quando, nella ricerca della precisione, ci si rende conto che il funzionamento di un orologio viene influenzato dall’attrazione gravitazionale terrestre.

Oggi, il tourbillon resta, oltre che la testimonianza di una grande impresa orologiera del passato, una delle complicazioni più belle e affascinanti dell’orologeria.

Breguet Tourbillon

La storia

Nel corso del XVIII secolo, la ricerca della precisione orologiera diviene un affare di Stato. La necessità di disporre di un metodo affidabile per determinare la posizione delle flotte militari e mercantili è essenziale, in un’epoca di espansione dei traffici commerciali. La latitudine, ossia la distanza angolare dall’Equatore, è misurabile con un sestante. Per conoscere la longitudine, ossia la distanza angolare dal meridiano fondamentale di Greenwich, è invece necessario disporre di un orologio. Questo per poter sapere l’ora attuale a Greenwich e confrontarla con quella rilevata sul posto, determinando quindi quanto ad est o ad ovest ci si trova rispetto al meridiano fondamentale. Si pensi alla mappa dei fusi orari per aver chiaro il concetto della relazione tra tempo e longitudine.

A questa sfida risposero orologiai abilissimi, introducendo innovazioni di assoluto rilievo.

Uno degli abili creativi che applicarono il loro ingegno alla soluzione del problema della corretta misura del tempo fu il grandissimo Abraham-Louis Breguet, vero e proprio padre fondatore dell’orologeria moderna.

Nel 1798, Breguet presenta il brevetto per la sua invenzione, che rivoluzionerà il modo di fare orologeria.

Breguet Tourbillon

La tecnica

Il tourbillon trae il suo nome da un termine francese impiegato in astronomia per indicare il moto di rivoluzione dei pianeti intorno al Sole. L’analogia appare evidente quando si analizza il funzionamento del meccanismo.

Il tourbillon è un supporto rotante, contenente il sistema di scappamento dell’orologio. Lo scappamento si compone dal bilanciere-spirale, dall’ancora e della ruota di scappamento. Questi elementi determinano il ritmo di marcia dell’orologio, e sono i più sensibili all’influenza della gravità: donde l’idea di proteggerli da essa tramite la complicazione di cui ci stiamo occupando.

La rotazione del tourbillon consente di esporre alla forza gravitazionale lo scappamento, alternandone la posizione lungo tutti i possibili vettori di azione della suddetta forza. In tal modo, l’influenza della gravità, che a seconda della posizione dello scappamento tende ad accelerare o a rallentare l’orologio, è perfettamente compensata. A tutto vantaggio della precisione di marcia.

Il tourbillon rimane a lungo un’esclusiva della manifattura Breguet. La complessità realizzativa e l’elevato costo contribuiscono a limitare, per quasi due secoli, la diffusione di questa raffinata complicazione.

Audemars Piguet Tourbillon

Il tourbillon fino ai giorni nostri

Nel corso del Novecento, alcune manifatture diverse da Breguet iniziano a dimostrare interesse verso il tourbillon. Inizialmente, lo scopo è quello di vincere le sfide di precisione cronometrica, poi questo meccanismo di alta orologeria viene impiegato al fine di dimostrare la perizia manifatturiera, integrandolo all’interno di movimenti via via sempre più compatti, sino ad arrivare, nel 1980, a montarlo negli orologi da polso.

Il tourbillon conosce un periodo di crisi negli anni Settanta, con l’avvento della nota crisi del quarzo. I poco costosi e precisissimi orologi al quarzo surclassano anche il più raffinato orologio meccanico quanto a correttezza nel tenere il tempo.

La passione per l’alta orologeria porta alla rinascita del tourbillon in epoca recente. Come detto, negli anni Ottanta questa raffinata complicazione viene inserita negli orologi da polso, e da allora inizia a rientrare nelle grazie degli appassionati e dei collezionisti.

Il tourbillon oggi

Per gli appassionati di tecnica orologiera, il tourbillon rappresenta, assieme al calendario perpetuo ed alla ripetizione minuti, una delle tre più affascinanti complicazioni dell’alta orologeria. Nessuna collezione di orologi di lusso sarebbe completa senza includere orologi muniti di queste funzioni. Fortunatamente per i collezionisti e gli appassionati, numerose Case oggi offrono orologi dotati di tourbillon: il futuro di questa splendida creazione, ideata in origine dal grande Abraham-Louis Breguet, è assicurato.