• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Sull’orlo del bilanciere: la spirale libera

Il bilanciere è l’organo che regola la marcia dell’orologio. Una componente importantissima del movimento, dunque, perché dal bilanciere dipende la precisione di tutto il segnatempo.

È normale che i grandi dell’orologeria di lusso si diano da fare per mettere a punto bilancieri sempre più precisi.

In questi due articoli vediamo come due grandi Case quali Patek Philippe e Rolex hanno percorso la strada del bilanciere a spirale libera per rendere sempre più precisi e affidabili i loro orologi di lusso.

Il bilanciere regolato a racchetta

Negli anni Quaranta, i progettisti di Patek Philippe e di Rolex si chiedono come sviluppare un bilanciere sempre più preciso. I materiali disponibili per le spirali erano già stati sfruttati al meglio: le leghe non avrebbero subito particolari variazioni ancora per decenni.

Diventa allora necessario lavorare su una soluzione alternativa al tradizionale sistema dove la regolazione della frequenza di oscillazione del bilanciere avviene mediante una racchetta che accorcia o allunga la corsa utile della molla a spirale. La racchetta, infatti, oltre a essere meno precisa di un bilanciere a spirale libera, risulta anche vulnerabile agli urti.

Un movimento tradizionale dove la regolazione del bilanciere è svolta grazie alla racchetta che ne accorcia o allunga la molla a spirale

Il bilanciere a spirale libera

La scelta di Patek Philippe e di Rolex è di lavorare su un bilanciere a spirale libera, dotato di regolazione inerziale. Questo significa collocare una serie di pesi sul perimetro esterno del bilanciere, i quali vengono poi allontanati o avvicinati al centro di gravità del bilanciere per rallentare o accelerare la corsa del bilanciere stesso. Per comprendere il principio, pensiamo a come un pattinatore sul ghiaccio avvicina a sé le braccia per rendere più rapida la rotazione quando piroetta.

Un bilanciere a spirale libera con viti di regolazione site sul lato esterno della circonferenza

Sia Patek Philippe che Rolex quindi scelgono di ricorrere al bilanciere a spirale libera per aumentare la precisione dei propri segnatempo. L’orologeria di lusso però segue percorsi tutti suoi e ciascuno vuole ideare una soluzione propria per muovere le masse sull’orlo del bilanciere, sia per ragioni di brevetto che per motivi di prestigio della maison.

Nel prossimo articolo, vedremo come due pesi massimi quali Patek Philippe e Rolex hanno affrontato e risolto le questioni tecniche legate alla spirale libera nel bilanciere.

 


Condividi articolo con: