• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Rolex Day-Date, l’orologio dei Presidenti

Dr. N

Il Rolex Day-Date è uno dei modelli più prestigiosi della Casa della Corona. Contende al Rolex Daytona il ruolo di orologio status symbol nella gamma Rolex.

Come è nato il Rolex Day-Date, e perché è diventato un simbolo di prestigio associato agli uomini di potere? Scopriamolo in questo articolo.

Rolex Day-Date: le origini

Nel 1956, Rolex decide di lanciare un orologio che mostri sul quadrante sia la data del mese che il giorno della settimana per intero. Si tratta di un modello innovativo, perché integra le innovazioni che avevano già reso celebre Rolex, come la cassa Oyster e il movimento automatico Perpetual, con la visualizzazione di data e giorno della settimana. Il tutto, in una cassa da 36 millimetri, elegante e compatta.

Non è la prima volta che Rolex mette un datario a ore tre nei propri orologi: si era già visto con il Rolex Datejust un decennio prima. Ma qui siamo in presenza per la prima volta di un Rolex in grado di segnare sia il giorno del mese che quello della settimana, per esteso: il tutto senza turbare la pulizia e la leggibilità del quadrante cui Rolex ci ha abituati.

Rolex Day-Date: il bracciale President

Il bracciale a tripla maglia semicilindrica con cui il Rolex Day-Date è oggi associato nell’immaginario collezionistico è nato assieme al Day-Date stesso. Ma Rolex non ha sempre chiamato “President” questo particolare bracciale: la scelta del nome risulta quasi casuale. Infatti, nel materiale promozionale degli anni Sessanta, l’orologio braccialato era chiamato “President“, una chiara allusione alla preferenza accordata a questo segnatempo da numerosi uomini di potere. Solo in epoca più tarda la dicitura “President” fu riservata al bracciale e smise di essere sinonimo di tutto l’orologio.

Rolex Day-Date oggi

Il Rolex Day-Date ha subito vari aggiornamenti, restando sempre fedele alle linee originarie. Il modello da trentasei millimetri di diametro è tuttora in produzione. Numerose perplessità aveva sollevato l’introduzione del Rolex Day-Date II, con cassa da 41 mm, nel 2008: le linee erano più massicce di quanto si sia abituati a vedere per questo modello. Nel 2015 Rolex decide quindi di sostituirlo con una più proporzionata versione da 40 mm, mantenendo però in produzione, come detto poc’anzi, il più classico Day-Date da trentasei millimetri di diametro, sia pur con i consueti, prudenti aggiornamenti funzionali ed estetici cui Rolex ci ha abituato.

Naturalmente, il Rolex Day-Date oggi è equipaggiato con vetro zaffiro, come tutta la gamma Rolex, a garanzia di una miglior protezione dai graffi.

Il Rolex Day-Date fa per me?

Il Rolex Day-Date è certamente un orologio impegnativo da portare. Questo modello, infatti, viene realizzato esclusivamente in metalli pregiati: oro giallo, oro rosa, oro bianco e platino. Non vi sono Rolex Day-Date sportivi in acciaio, per capirci.

Se però desiderate un Rolex per occasioni importanti, che conserva intatto il suo fascino grazie anche alla scelta di non far cessare la produzione del modello da 36 millimetri – le cui proporzioni sono davvero ideali -, e al contempo volete distinguervi dai Rolex più diffusi, il Rolex Day-Date è certamente una scelta di cui non vi pentirete.

Se vi è piaciuto questo articolo, iscrivetevi alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggete il nostro Magazine!

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito