• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Rolex Basilea 2020: tutte le previsioni

Dr. N

Come ogni anno, c’è grande attesa tra gli appassionati riguardo le novità che Rolex potrebbe presentare quest’anno. Le anticipazioni sono numerose, ma, come accaduto in passato, anche stavolta Rolex riuscirà a spiazzare tutti. L’azienda ginevrina infatti è nota per la riservatezza con cui cela i suoi nuovi modelli e ben di rado è possibile prevedere correttamente le sue mosse.

La consapevolezza della difficoltà di indovinare le previsioni sulla Gamma Rolex non è comunque un impedimento a provare a ragionare sul tema. Riflettendo sulle caratteristiche della gamma attuale e su quanto fatto vedere sinora dalla maison della Corona, si può supporre che Rolex si muoverà quest’anno sui fronti che ora andiamo ad analizzare.

Il grande atteso: un nuovo Submariner?

Il Rolex Submariner 116610 è stato indubbiamente un grande successo per Rolex. Questo modello è infatti l’evoluzione dell’orologio Rolex più riconoscibile in assoluto, ed è per tale ragione che Rolex intervene sempre con cautela sul suo orologio subacqueo più rappresentativo.

È però anche da considerare che il Rolex Submariner 116610 di corrente produzione ha dei margini di miglioramento. Innanzitutto, monta il movimento 3135, un vero e proprio cavallo di battaglia di Rolex, in produzione dal 1988. È un ottimo movimento a carica automatica, di agevole manutenzione, preciso e robusto. Ma la tecnologia Rolex in questi anni è andata avanti. Il calibro che potrebbe sostituire il 3135 è il 3235, che già presta servizio nel Rolex Sea Dweller, nel Rolex Deepsea, nel Rolex Datejust 36 mm e 41 mm, nonché nel Rolex Yacht Master 40mm e 42mm e, ultimo in questo elenco ma primo per introduzione, nel Rolex Pearlmaster, ove questo calibro è stato sperimentato per la prima volta nel 2015.

Ma perché Rolex dovrebbe cambiare il già ottimo 3135? Il calibro 3235 ha numerose frecce al suo arco. Innovazioni come la Spirale Parachrom blu, realizzata in lega di zirconio e niobio: questi materiali sono insensibili ai campi magnetici, il che contribuisce notevolmente alla precisione di marcia dell’orologio. Ma non solo, il calibro 3235 di Rolex presenta anche uno scappamento ridisegnato ad alta efficienza ed una riserva di carica portata a 70 ore, dalle 48 del cal. 3135 da cui deriva. Insomma, una serie di innovazioni che inducono a ritenere che la novità di Rolex del 2020 potrebbe essere proprio un nuovo Rolex Submariner.

Con l’occasione dell’introduzione di un nuovo movimento è lecito attendersi anche un ritocco estetico. Molti appassionati trovano esteticamente pesanti le anse dritte introdotte con la corrente produzione Rolex Submariner e ne auspicano un ridisegno con forme più fluide e sfuggenti. Qui sotto una ricostruzione tratta da internet su come potrebbe presentarsi un’eventuale Rolex Submariner ridisegnato, a confronto con il modello di produzione attuale.

Un’altra voce che circola riguardo il Rolex Submariner è la possibilità di introduzione di una nuova lunetta blu. Similarmente a quanto avvenuto nel 2003 con l’introduzione del Submariner Kermit, si pensa che la lunetta di nuova colorazione possa inizialmente essere abbinata ad un tradizionale quadrante nero, per poi vedere l’arrivo di un modello dedicato in cui lunetta e quadrante siano dello stesso colore. Come accaduto in effetti con il colore verde, che dopo aver decorato la sola lunetta del Kermit nel 2003, è diventato dominante anche sul quadrante con il Submariner Hulk del 2010. A proposito di Rolex Hulk, secondo alcune indiscrezioni quest’anno potrebbe vedere anche la presentazione di un Submariner in oro giallo con quadrante e lunetta verde…

L’incognita Daytona

Il Rolex Daytona è un orologio che non ha bisogno di presentazioni. Si tratta senza dubbio di un modello tra i più riusciti di casa Rolex. Nel 2005, Rolex introduce sul Daytona la lunetta Cerachrom, realizzata in ceramica antiscalfitture. Si tratta di un’innovazione non solo tecnica: muta l’estetica dell’intero orologio. Il cambiamento è stao ben accetto dal pubblico, così si ritiene che Rolex possa introdurre la nuova lunetta anche sui modelli con cassa in acciaio e oro. Sinora, infatti, la gamma Daytona ha ospitato la lunetta Cerachrom sui modelli in acciaio e su alcuni di quelli in oro – quelli con bracciale Oysterflex, specificamente -, mentre quelli in acciaio e oro hanno conservato la ghiera in metallo. Una possibilità è che su questi ultimi modelli venga applicata la ghiera Cerachrom nera, con accenti aurei realizzati per deposizione di vapore d’oro, a far risaltare i numeri del tachimetro.

Rolex Explorer: novità in arrivo?

La gamma Rolex Explorer è probabilmente destinata a vedere delle importanti innovazioni, ma non tutte subito. Molti si aspettano che per i cinquant’anni del Rolex Explorer II, nel 2021, ne venga presentata una nuova serie, più fedele allo stile del modello che fu presentato nel 1971.

Il Rolex Explorer I, invece, potrebbe beneficiare di un intervento già in questo 2020. La scelta di Rolex per smuovere le acque intorno a questo vero e proprio veterano della gamma Rolex – non tutti sanno che questo modello precede sia il Submariner che il GMT – potrebbe rivelarsi concentrata su un singolo particolare: il quadrante. Molti ritengono infatti probabile l’introduzione di un quadrante bianco per il modello erede dell’orologio che accompagnò Hillary sull’Everest.

Varie ed eventuali: Milgauss, Air-King e gli altri

La principale novità nel resto della gamma Rolex è probabilmente il possibile arrivo di una nuova edizione del Rolex Milgauss. L’attuale versione non convince tutti: viene infatti ritenuta troppo informale per gli standard della Casa dai critici, ma soprattutto è stata superata dalla gamma della rivale Omega con i suoi nuovi modelli resistenti a campi magnetici di ben quindicimila Gauss. Lecito dunque attendersi un aggiornamento tecnico piuttosto importante, abbinato ad un altrettanto rilevante ridisegno dell’orologio. Pare vi sia la possibilità di vedere il nuovo Rolex Milgauss – che conserverebbe il nome pur incrementando la misura della sua antimagneticità – con un’inedita ghiera girevole in ceramic. Un modo se vogliamo per citare il primo Rolex Milgauss, che si avvicinava all’estetica del Rolex Submariner di allora. Naturalmente, rimarrebbe la celebre lancetta dei secondi a fulmine stilizzato.

Sopra, il possibile nuovo Rolex Milgauss, sotto, il primo modello del 1954

 

Una novità in sottraendo invece potrebbe riguardare il Rolex Air-King. Questo modello, che per ragioni estetiche non ha mai pienamente convinto gli appassionati nella sua versione corrente, potrebbe venire tolto dalla produzione. Ma con Rolex, questi ritiri sono in realtà delle pause di riflessione: dovesse cessare la produzione, avremmo uno iato di qualche anno, dopodiché Rolex lancerebbe di certo un Air-King riveduto e corretto.

Un’altra dismissione eccellente riguarderebbe il Submariner Hulk. Naturalmente qui non si tratterebbe di ritirare un modello poco gradito al pubblico, anzi, tutto il contrario: l’idea sarebbe quella di preservarne l’esclusività e prepararsi a lanciare un nuovo modello in futuro, che sarebbe ancora più atteso a causa della sospensione della produzione della versione corrente.

Un modello che invece potrebbe vedere la luce è il Rolex Yacht Master 42 in acciaio. Questo modello Rolex è infatti al momento disponibile in oro bianco, ed è ragionevole immaginare che Rolex voglia completare mano a mano la gamma.

Infine, alcuni prevedono l’arrivo non di nuovi modelli o versioni, ma solo di nuovi quadranti, per un altro grande classico della Casa della Corona: il Rolex Day-Date. I quadranti degrade sono molto graditi agli appassionati e non è da escludere che Rolex voglia sfruttare questa nicchia.

Novità Rolex: tiriamo le somme

Le novità previste per la gamma Rolex sono, come abbiamo visto, numerose e interessanti. Anche senza la tradizionale cornice di Basilea, saltata a causa delle restrizioni seguite alla diffusione del Coronavirus, Rolex sa tenere alta l’attenzione di appassionati e collezionisti. Rolex Submariner, Rolex Daytona, Rolex Explorer, Rolex Milgauss… I modelli che potrebbero riservarci delle sorprese sono veramente tanti. Non ci resta che attendere l’arrivo delle novità Rolex di settembre!

E voi, cosa ne pensate delle possibili novità di Rolex? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti!

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggi il nostro Magazine!

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito