• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

L’orologio di lusso, un buon investimento?

Dr. N

Per molti, i prezzi degli orologi di lusso sono inaccessibili. Molti altri direbbero che, anche avendo somme corpose a disposizione, non varrebbe la pena di investire in un bene non certo di prima necessità come l’orologio. Altri ancora temono la perdita di valore dovuta al portare l’orologio al polso e preferiscono non spendere somme rilevanti per un bene soggetto a deprezzarsi.

Vediamo insieme quali sono le principali valutazioni economiche che è giusto svolgere prima di effettuare un passo importante come l’acquisto di un orologio di lusso.

Cosa significa per me l’orologio?

La prima domanda da porsi è: perché voglio acquistare un orologio di lusso? Le motivazioni sono molte. Se quella prevalente è il piacere personale, il desiderio di concedersi un segnatempo che si è sempre bramato possedere, la voglia di portare al polso l’oggetto del desiderio, allora non è necessario parlare di calcoli: se l’acquisto dell’orologio non comporta difficoltà finanziarie, comprarlo e goderselo è la scelta più giusta.

Se invece l’orologio è acquistato anche come investimento, allora è il caso di analizzare più a fondo alcune questioni.

Il prezzo di questo orologio è troppo alto per me?

Qualora si decida di acquistare un orologio come investimento, soprattutto se il prezzo è importante, non si può non porsi, senza alcun complesso di inferiorità, una domanda essenziale, ossia: quanto posso permettermi di spendere per un orologio?

La risposta va data considerando non solo e non tanto la propria liquidità attuale, quanto la serenità nell’acquisto dell’orologio: se sborsare quella somma di denaro comporta un rischio per la propria posizione finanziaria, meglio rimandare a tempi migliori.

La cifra che si può spendere per un orologio è quindi soggettiva: non dipende che dal singolo acquirente. Nessun orologio, dunque, è “troppo costoso” o “davvero conveniente”: dipende da quanto si può spendere senza che la propria serenità ne venga impattata.

L’orologio che ho scelto è un buon investimento?

Una volta sicuri del fatto che la spesa – sia essa in assoluto elevata o modesta – non impatta sulla propria sicurezza economica, è il momento di chiedersi: investire quella somma di denaro in quel particolare orologio da polso è una buona idea?

La risposta non può non tenere conto della tenuta del valore del segnatempo. In particolar modo quando si tratta di cifre impegnative, è necessario considerare il presumibile andamento futuro del prezzo dell’orologio. Vi sono molti fattori da considerare:

  • Alcuni Marchi si svalutano meno di altri
  • Alcuni modelli, all’interno dei Marchi più apprezzati, hanno svalutazioni diverse dal resto della gamma
  • Gli orologi prodotti in serie limitata generalmente si svalutano meno
  • La gran parte della svalutazione avviene nei primi mesi ed anni dopo l’acquisto. Gli orologi vintage tendono a stabilizzare il proprio valore
  • All’interno dei vintage, alcuni modelli particolarmente apprezzati non solo non si svalutano, ma tendono ad acquisire valore con il tempo.

Gli orogi di Case come Patek Philippe, Rolex e, a seconda dei singoli modelli, Audemars Piguet e Omega, si svalutano generalmente meno, o addirittura si rivalutano, rispetto ad orologi magari di alta qualità ma prodotti da Case meno celebri.

Alcuni modelli dei Marchi più apprezzati si svalutano meno di altri. Ad esempio, all’interno della gamma Omega, lo Speedmaster mantiene il proprio valore meglio del Railmaster. Lo stesso vale per Rolex: gli sportivi in acciaio sono talmente apprezzati che attualmente non si trovano in commercio se non ad un prezzo superiore al listino.

Il vintage, poi, è davvero un mondo a sé. Ci sono modelli, come il Rolex Daytona 6241 “Paul Newman”, passati per un iniziale disinteresse del pubblico ed “esplosi” nelle valutazioni dopo molti anni dal loro lancio. Altri, come il Rolex Submariner referenza 6538, che sono “partiti col piede giusto” da subito, venendo apprezzati grazie anche all’immagine trasmessa dall’attore Sean Connery, che indossa proprio questo orologio interpretando James Bond 007.

Esistono infine, esulando per un attimo dal campo dell’investimento e rientrando in quello della passione orologiera, modelli che, a prezzi tutto sommato contenuti, permettono all’appassionato di portare al polso dei veri e propri pezzi di storia dell’orologeria: parliamo ad esempio dello Zenith El Primero, che si può trovare usato a quotazioni relativamente contenute. Un cronografo Primero viene infatti a costare tra un quarto e un quinto di un Rolex Daytona 16520 equipaggiato con movimento di origine Zenith, senza che la qualità intrinseca di uno sia inferiore all’altro, anzi: lo Zenith offre anche la complicazione del datario.

Gli orologi come investimento: conviene?

Abbiamo visto come la questione dell’investire in orologi sia complessa e sfaccettata. Anche a voler essere razionali, poi, è quasi impossibile prescindere dall’elemento passionale: se un orologio piace, e l’acquisto non crea difficoltà di bilancio, perché negarselo?

Se poi è possibile coniugare la passione alla tenuta del valore, scegliendo un Marchio e un modello di orologio il cui deprezzamento è contenuto o che addirittura non si deprezzano nel tempo, ecco che si è trovato il bilanciamento ideale tra cuore e testa.

E voi, cosa ne pensate degli orologi come investimento?

Se questo articolo vi è piaciuto, ditelo nei commenti, iscrivitevi alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggete il nostro Magazine!

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito