• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

I diver economici per l’estate

Dr. N

L’estate è la stagione ideale per indossare un orologio subacqueo. Non solo per l’evidente utilità di un segnatempo resistente all’acqua in un contesto balneare. Con il caldo, la traspirazione aumenta e i cinturini in pelle possono diventare fastidiosi: senza contare che l’accresciuto logorìo del cuoio, dovuto allo sfregamento con la pelle umida, accorcia la vita del cinturino. Inoltre, gli orologi subacquei sono generalmente piuttosto robusti, per loro costruzione: questa è una caratteristica che sicuramente risulta gradita, in una stagione caratterizzata dalle attività all’aperto come l’estate.

Gli orologi subacquei che abbiamo visto finora sono però caratterizzati da un prezzo piuttosto elevato. Dal momento che portare in spiaggia un orologio del valore di molte migliaia di euro può comportare il venir meno della serenità che la vacanza stessa ha lo scopo di procurare, vediamo assieme quali scelte offre il mercato degli orologi subacquei a meno di mille euro.

La scelta classica: Seiko Skx

Il Seiko SKX è da decenni un’icona dell’orologeria subacquea popolare. Questo orologio ha tutto per essere un vero diver: la resistenza all’acqua di duecento metri assicurata da fondello e corona a vite, la ghiera girevole unidirezionale, l’elevata leggibilità del quadrante, le dimensioni massicce della cassa – di ben 42 millimetri – ne fanno un segnatempo ideale per le attività acquatiche. La corona di carica montata ad ore quattro aiuta ad evitare sfregamenti sul dorso della mano.

Il movimento meccanico a carica automatica del Seiko SKX è di manifattura Seiko e vanta 40 ore di riserva di carica: così, se vi capita di scordarlo nella stanza d’albergo, lo troverete ancora ticchettante il giorno dopo.

La scelta conveniente: Orient Ray II

Orient è una controllata di Seiko. Gli orologi che produce sono realizzati con gli stessi livelli qualitativi della Casa madre. Sono soltanto meno noti a livello di marchio e talora più blandi nell’estetica. L’Orient Ray II è un orologio di ispirazione diver dotato di qualità tecniche analoghe a quelle del Seiko SKX, con uno stile più convenzionale.

Anche l’Orient Ray II monta un movimento meccanico a carica automatica di manifattura, essendo parte dello stesso gruppo di Seiko.

La scelta raffinata: Doxa Sub 200

Per chi desidera distinguersi con un segnatempo che richiama l’epoca d’oro delle immersioni subacquee, Doxa, azienda orologiera divenuta famosa proprio in quegli anni, i Sessanta, propone il Sub 200. Caratterizzato da un vetro zaffiro bombato che richiama nella forma i plexi d’un tempo, da una grafica ben leggibile e da un movimento ETA, questo orologio subacqueo compensa il costo elevato -relativamente alla fascia di prezzo in cui ci stiamo muovendo, chiaramente- con la qualità d’esecuzione.

Non possiamo non consigliare di provare il quadrante arancione: scelto per la superiore visibilità sottomarina, è diventato un simbolo dell’azienda produttrice, rendendo il nome Doxa di casa fra gli appassionati di immersioni in tutto il mondo.

La scelta professionale: Squale 1521

Squale è un nome che suona familiare agli appassionati di orologeria subacquei. Già negli anni Sessanta produce orologi subacquei in proprio. Affianca poi a tale produzione la fornitura di casse impermeabili ad aziende come Blancpain e Heuer. La gamma attuale di Squale presenta come orologio d’ingresso lo Squale 1521, che si avvicina al limite di prezzo superiore che ci siamo dati, ma per ottime ragioni: è infatti un orologio che resiste fino a ben cinquanta atmosfere, rendendolo all’interno della nostra cernita quello più decisamente orientato ad un utilizzo professionale.

Il movimento è un ben collaudato ETA, come nel caso del Doxa. La corona di carica, montata ad ore quattro come nel Seiko SKX, è un altro tocco originale che caratterizza esteticamente questo orologio.

La scelta anticonformista: Vostok Amphibia

Di Vostok e dell’Amphibia abbiamo già avuto modo di parlare in altri articoli. Vostok è un produttore russo di orologi, che realizza in proprio anche i movimenti. L’Amphibia è il suo modello più noto e apprezzato, e per un’ottima ragione: essendo in produzione dai tempi dell’URSS, il costo dei macchinari è stato ampiamente ammortizzato ed il prezzo, più che competitivo, è unico. Con una sessantina di euro ci si mette al polso un orologio subacqueo a carica automatica. Lo stile è vintage, ma non perché l’orologio sia una riedizione in stile vintage, quanto perché il Vostok Amphibia è vintage: cassa di diametro non eccessivo, 39 millimetri che al polso sono davvero “giusti”, quadrante semplice e pulito, vetro plexi. L’ampia disponibilità di quadranti di ogni colore permette poi di personalizzare secondo il proprio gusto ogni orologio.

Difetti? Non è adatto all’attività subacquea professionale, essendo la ghiera girevole non unidirezionale. Il bracciale di primo equipaggiamento è in lamierino, come è da attendersi in questa fascia di prezzo, ma sono disponibili numerose alternative, anche dallo stesso produttore e sempre a costi contenuti.

Quale di questi diver economici è il migliore per l’estate 2020?

Questi orologi hanno tutti estetica e prezzo variabili, soddisfacendo ogni esigenza. Che siate alla ricerca di uno strumento professionale come lo Squale 1521 o che apprezziate l’originalità anticonformista del Vostok Amphibia, la scelta è davvero ampia.

Tutti questi orologi subacquei sono però accomunati dall’essere dotati di movimenti meccanici: qui vi spieghiamo il motivo per cui questa dote non è da sottovalutare.

Se ti è piaciuto questo articolo, dillo nei commenti, iscriviti alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggi il nostro Magazine!

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito