• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Cinque domande a… Torelli Jewels

Per Chronosect è fondamentale dare un volto e un nome ai nostri Venditori Certificati, al fine di espandere e rafforzare il rapporto fra il cliente e il professionista. Oggi vi raccontiamo di Torelli Jewels, attività gioielliera a conduzione familiare di antica tradizione, in Puglia.

Chi siete e da quanto tempo lavorate nel settore dei preziosi?

Noi Torelli siamo nel settore dei gioielli da cinque generazioni e io, Michele, appartengo a quella più giovane. La nostra attività risale al 1824 e fa della nostra realtà una delle più antiche in Europa. Mio nonno, orafo e orologiaio, ci ha tramandato sia la passione per i segnatempo che quella per la lavorazione dei metalli preziosi. Abbiamo un piccolo laboratorio dove portiamo avanti le creazioni orafe tipiche della nostra zona, avvalendoci poi anche dell’esperienza di mio zio, che è perito gemmologo, per la vendita al dettaglio di pietre preziose di vari tipi.

Un nostro progetto importante è quello che ha a che fare con gioielleria e musica. Partendo dalle forme disegnate da un oscilloscopio, abbiamo ideato una serie di collezioni ispirate ai grandi musicisti del passato: la nostra Music Collection. Abbiamo sempre avuto grande passione per i diamanti rosa e verdi, che abbinati all’oro hanno dato vita alle nostre prime creazioni di questa collezione. Attualmente stiamo puntando molto sulla collezione Vivaldi, ispirata alla Serenissima. I materiali che utilizziamo in quest’ultima sono argento e vetro di Murano. Ma non ci fermiamo mai: il nostro motto, coniato da Pasquale Torelli, è che “ll gioiello più bello è quello che non è ancora stato realizzato”.

Com’è il mercato orologiero nella vostra area, e com’è andato il 2020?

In questa zona d’Italia, non sono presenti grandi gioiellerie che si occupano del secondo polso, soltanto concessionari che lavorano sul nuovo. Abbiamo quindi colto questa occasione e iniziato a operare sull’orologio di lusso usato, investendo nell’alta orologeria. Questo senza abbandonare il nuovo, beninteso: siamo concessionari Eberhard. Tissot e Breil. Però non si può negare che la richiesta del pubblico, soprattutto negli ultimi anni, sia orientata verso il secondo polso di lusso. Contiamo, peraltro, di allargarci con nuovi punti vendita in Italia, soprattutto per portare a nuovi clienti la nostra Music Collection.

Per quanto riguarda la situazione corrente, nel 2020 l’alta gamma è andata benissimo, tutto quel che va dai quattromila euro in su era richiestissimo. Parimenti bene è andato il settore basso di gamma, quello da settanta a trecento euro. Invece, quello che ha sofferto di più è stato l’orologio dai mille ai tremila euro.

Quali, dunque, le vostre aspettative per il 2021?

Io sono ottimista di natura. Al di là delle restrizioni date a livello governativo, cerchiamo di arrivare in qualche modo in casa dei clienti, tramite pubblicità, o telefonate di cortesia che facciamo praticamente in modo personale, nella nostra ottica di coccolare sempre il cliente.

Che tipo di clientela frequenta il vostro negozio?

Noi siamo a sette chilometri da San Giovanni Rotondo, il paese di Padre Pio, dove si trovano strutture che danno lavoro a molte persone con disponibilità di spesa. Dottori, infermieri, dirigenti… Poi c’è Foggia, San Severo, Apricena, tutte zone da cui provengono molti nostri clienti. Fortunatamente siamo circondati da attività produttive quali cave, uliveti e vigneti, un territorio ricco che dà vita a un ceto imprenditoriale benestante. La nostra clientela guarda a un lusso importante, al di sopra dei quattromila euro. In questo rileviamo un cambiamento rispetto al passato: tutta quella clientela che sino al 2019 si interessava alla fascia media del mercato orologiero, nel 2020 non si è più vista, sostituita dagli acquirenti del lusso, sopra i quattromila euro.

Infine, cosa vorreste sentirvi chiedere da un cliente che entra nel vostro negozio, e cosa vi aspettate da Chronosect?

In questo momento vorremmo sentirci chiedere della nostra linea di gioielli, la Music Collection, che abbiamo portato fino in Giappone e che è il nostro orgoglio. Chronosect, per noi, è una piattaforma della quale apprezziamo la scelta di porsi come collegamento fra noi e il cliente, anziché come intermediario. Per noi la presenza del cliente in negozio rimane di fondamentale importanza, essere in dialogo diretto con l’acquirente e fargli toccare con mano le nostre creazioni è irrinunciabile.

Per entrare in contatto con Torelli Jewels, cliccate qui.

 

Condividi l’articolo:
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on google
Share on telegram
Share on whatsapp

Vendi i tuoi preziosi al massimo del loro valore
(imparando a fotografarli)

Iscriviti alla Newsletter

Cerca il tuo orologio preferito