• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

TAG Heuer e la Formula 1

Dr. N

TAG Heuer è una Casa orologiera che da sempre ha legato il proprio nome alle corse automobilistiche. Tutti sanno che la massima espressione dello sport motoristico a quattro ruote è la Formula 1. Anche Jack Heuer ne era ben consapevole e non si è lasciato sfuggire l’opportunità di essere un pioniere nelle collaborazioni tra orologeria e automobilismo sportivo.

Andiamo allora a scoprire il legame, vecchio ma sempre rinnovato nel tempo, fra TAG Heuer e la Formula 1.

 

Perché orologeria e Formula 1?

Per quale ragione i marchi più prestigiosi dell’orologeria di lusso svizzera si contendono la sponsorizzazione delle corse di Formula 1? La ragione non è soltanto nel ritorno d’immagine, o quantomeno non è sempre stato così. Un tempo, prima che si affermasse l’elettronica nella cronometria, chi disponeva di segnatempo affidabili e di sistemi di misurazione della velocità sul giro migliori della concorrenza poteva avere un vantaggio, magari decisivo, in gara.

Ecco perché la F1 è da decenni legata al mondo dell’orologeria. Oggi Rolex in Formula 1 la fa da padrona, come in molti altri sport che promuove: ma non è la sola Casa orologiera a lavorare nel settore e, in realtà, non è stata nemmeno la prima…

Un’immagine emblematica dello strapotere Rolex come sponsor della F1 contemporanea

Heuer e la Scuderia Ferrari

Jack Heuer intuisce, già negli anni Settanta, il potenziale beneficio reciproco derivante dalla collaborazione tra scuderie di Formula 1 e costruttori di orologi. I primi possono avvantaggiarsi di strumenti precisi, utili per misurare le proprie prestazioni in gara. I secondi ottengono un laboratorio d’eccezione in cui mettere alla prova i propri segnatempo: se resisteranno alle condizioni estreme dei finesettimana di gara, gli orologi saranno più che adatti a sopportare l’uso quotidiano del cliente medio.

Nel 1971, Heuer stringe un accordo con la Scuderia Ferrari, diventando il primo sponsor non automobilistico a collaborare con una squadra di Formula 1. Molti altri seguiranno, ma il primato rimane. Heuer fornisce alla Rossa di Maranello ogni tipo di equipaggiamento per la misurazione del tempo. La collaborazione si rivela fruttuosa e dura per diverse stagioni, fino al 1979.

TAG Heuer e McLaren

Nel 1985, TAG acquista Heuer nel convulso contesto della Crisi del Quarzo. Per rilanciare la Casa orologiera, si decide di puntare nuovamente sulla Formula 1. Questa volta, la scuderia scelta per la collaborazione è la McLaren. TAG Heuer intuisce i possibili ritorni commerciali di un orologio legato al mondo delle corse e decide, dopo un anno di sviluppo in collaborazione con la scuderia britannica e i suoi piloti, di lanciare un modello che rimane nella storia del Marchio. Nasce così nel 1986 il primo TAG Heuer Formula 1.

TAG Heuer cronometrista ufficiale F1

Ai giovani che hanno iniziato a seguire la massima categoria motoristica a quattro ruote di recente potrà sembrare strano, ma non molti anni fa le piste non erano dominate dalle gigantografie del marchio Rolex, né le lancette di una versione ingigantita degli orologi della Casa della Corona scandivano l’inizio della gara.

Nel non breve periodo tra il 1992 e il 2003, il cronometrista ufficiale del Circus è TAG Heuer, che sapientemente capitalizza il successo ottenuto negli anni delle sponsorizzazioni delle singole scuderie. La scelta di proporsi come riferimento ufficiale della Formula 1 porta TAG Heuer a un livello di notorietà paragonabile a quello ottenuto da Omega grazie alla sua copertura delle gare olimpiche. Il modello “Formula 1” di TAG Heuer raggiunge grande popolarità presso il pubblico.

TAG Heuer e Red Bull

Negli anni dieci del ventunesimo secolo, lo strapotere Rolex si afferma anche nella Formula 1. A partire dal 2013, la Casa della Corona diventa cronometrista ufficiale del Circus. Non risulta possibile, per ragioni economiche, competere con uno sponsor dotato della “potenza di fuoco” di Rolex. Così, tutta la concorrenza è costretta a sponsorizzare singole squadre, chi, come Hublot, la Ferrari, chi, come IWC, la Mercedes e chi, come Richard Mille, la McLaren. Torneremo a parlare di Richard Mille, perché questo marchio sta ritagliandosi uno spazio sempre più ampio nella Formula 1: recentemente, infatti, sia la Ferrari che la rinata scuderia Alfa Romeo F1 hanno stretto collaborazioni con la maison di Les Breuleux.

Tornando a TAG Heuer e alla sua cooperazione con Red Bull, essa ha fruttato numerosi nuovi modelli. La Casa di La Chaux-de-Fonds ha infatti presentato varie edizioni del cronografo “TAG Heuer Max Verstappen“, dedicato al pilota di punta della scuderia di Milton Keynes. Verstappen ha spesso indossato modelli di TAG Heuer, mostrando una predilezione per il Monaco: una scelta naturale per un pilota, dal momento che il TAG Heuer Monaco è indissolubilmente legato al mondo delle corse…

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggi il nostro Magazine!

 


Condividi articolo con: