• + 39 366 875 7570
  • Assistenza Whatsapp
  • Registrati
  • Accedi
  •      简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol

Rolex Milgauss vs Omega Railmaster: sfida magnetica

Dr. N

Il Rolex Milgauss e l’Omega Railmaster sono, in un certo senso, orologi d’altri tempi. Entrambi risalgono all’epoca in cui le nuove scoperte tecniche esponevano i movimenti orologieri ai campi magnetici. Oggi gli orologi di alta gamma sono spesso realizzati con tecnologie che li rendono più resistenti ai campi magnetici di quanto lo fossero il Milgauss e il Railmaster originari.

Tuttavia, Rolex Milgauss e Omega Railmaster rimangono orologi di grande rilevanza. Il primo per la sua estetica, diversa da tutti gli altri Rolex ma comunque piacevole e apprezzata, il secondo per le sue doti tecniche, che lo rendono un vero campione di antimagnetismo.

Con la diffusione delle apparecchiature elettroniche e informatiche, poi, il magnetismo è un problema oggi più che mai attuale nell’orologeria. Andiamo quindi a vedere la sfida tra questi due segnatempo forse meno conosciuti di altri, ma ugualmente affascinanti.

 

Prima di iniziare il confronto, rinfrescatevi pure la memoria sulle caratteristiche principali di Omega Railmaster e Rolex Milgauss dando un’occhiata a quelli disponibili sul nostro sito.

Rolex Milgauss vs Omega Railmaster: lo stile

Il Rolex Milgauss è uno degli orologi più atipici di Rolex. Quadrante blu, sfera dei secondi e indici arancio, vetro verde: sembra una combinazione azzardata, ma il risultato finale è di grande effetto. I colori si armonizzano inaspettatamente bene, e questo orologio appare diverso da tutti gli altri Rolex eppure ben riconoscibile come un coronato agli occhi di chiunque. Sul piano stilistico, dunque, possiamo dire che il Rolex Milgauss rappresenta il punto d’incontro fra chi ama il prestigio Rolex e chi vuole un orologio diverso dal “solito” Datejust o Oyster Perpetual.

 

L’Omega Railmaster sfrutta alcuni dei tratti estetici che hanno reso famosa Omega nel tempo. Le anse ritorte e il bracciale segmentato, che somiglia a una rotaia che scompare sotto la cassa dell’orologio, identificano il Railmaster come appartenente alla triade dei Professional di Omega. Questo orologio può essere inquadrato sia come tool watch che come field watch, andando a confrontarsi tanto con il Rolex Explorer I quanto con il Rolex Milgauss. L’Omega Railmaster è dunque un segnatempo versatile ed esteticamente bilanciato, sia pur non originalissimo.

Tra Rolex Milgauss e Omega Railmaster, assegniamo la vittoria nel comparto stilistico al Rolex. Il vetro verde è un unicum nell’orologeria di lusso, mentre il Railmaster, pur giocando su una corrente – quella neo-vintage – di gran successo, non presenta particolarità stilistiche che lo distinguano in modo eclatante dal resto della gamma Omega.

Rolex Milgauss vs Omega Railmaster: la meccanica

Se il Rolex Milgauss beneficia di uno stile unico, l’Omega Railmaster si avvantaggia di un comparto meccanico a tutta prova.

Il Rolex Milgauss è provvisto, sin dagli anni Cinquanta, di una controcassa interna in ferro dolce che ne garantisce la resistenza a campi magnetici fino a mille Gauss – di qui, peraltro, il nome dell’orologio -. Rolex ha, col tempo, aggiornato i propri movimenti, introducendo spirali sempre più resistenti alle interferenze magnetiche, quindi è probabile che la resistenza del Milgauss attuale sia superiore ai mille Gauss. Tanto precisato, il Rolex Milgauss è comunque un orologio antimagnetico sì, ma fino a un certo punto.

Un Rolex Milgauss vintage: anch’esso dotato di controcassa in ferro dolce, come la sua versione moderna

L’Omega Railmaster rappresenta un trionfo tecnico dell’antimagnetismo. Omega ha scelto di utilizzare le migliori tecnologie disponibili, sviluppate anche grazie alla propria appartenenza al potente Gruppo Swatch, in questo orologio. Il Railmaster di Omega non ha controcassa in ferro dolce, ma una spirale del bilanciere in silicio, montata in uno scappamento coassiale. Il Co-Axial è un’esclusiva di Omega e rappresenta la maggior innovazione in materia di scappamenti meccanici degli ultimi secoli. Grazie all’assenza di una controcassa in ferro dolce, l’Omega Railmaster risulta spesso 12 millimetri, contro i 13,5 del Rolex Milgauss. Il tutto si traduce in una resistenza ai campi magnetici di ben 15.000 Gauss.

Il vincitore nella sfida meccanica è senza dubbio l’Omega Railmaster. La sua resistenza ai campi magnetici è quindici volte superiore al concorrente coronato, il tutto in un “pacchetto” molto più compatto e indossabile rispetto al massiccio Milgauss.

Rolex Milgauss vs Omega Railmaster: storia e riconoscibilità 

Il Rolex Milgauss è stato lanciato nel 1956, come orologio destinato ai tecnici del CERN, il centro di ricerca europeo sul nucleare con sede in Svizzera. Questi scienziati sono costantemente esposti a campi magnetici anche di notevole intensità. Ecco perché Rolex viene incontro, negli anni Cinquanta, alle loro esigenze con un orologio robusto e soprattutto antimagnetico, grazie alla cassa interna in ferro dolce. Da allora, il Rolex Milgauss ha cambiato più volte la propria estetica, mantenendo però sempre lo stesso nome e la stessa caratteristica tecnica, la resistenza ai campi magnetici.

Il primo Rolex Milgauss, l’unico con ghiera girevole. Si noti la sfera dei secondi “a saetta”

L’Omega Railmaster viene presentato appena un anno dopo il Rolex Milgauss, nel contesto della triade “Professional” di Omega. L’Omega Railmaster sconta quindi la “concorrenza interna” di due pesi massimi come il Seamaster e lo Speedmaster. Questo orologio, destinato agli operatori ferroviari – anch’essi hanno a che fare con forti campi magnetici – non è però mai riuscito a sfondare nei favori del pubblico. Il fatto che Omega attualmente commercializzi la linea Railmaster come una divisione della famiglia Seamaster certamente non aiuta la riconoscibilità del Railmaster.

Manifesto pubblicitario d’epoca dell’Omega Railmaster. Si noti l’estetica, ripresa fedelmente nei modelli contemporanei

Il vincitore nella storia e nella riconoscibilità è il Rolex Milgauss. L’Omega Railmaster, pur non privo di tradizione, appare meno capace del concorrente Rolex nel trasmettere un’immagine di sé forte e in continuità con la propria storia.

Rolex Milgauss vs Omega Railmaster: prezzi e verdetto finale

Siamo arrivati alla conclusione di questa sfida tra orologi antimagnetici di lusso. Il comparto tecnico vede svettare l’Omega Railmaster, che vanta una resistenza ai campi magnetici di ben quindicimila Gauss in una cassa più compatta di quella Rolex. Il Milgauss prevale nella riconoscibilità e nell’originalità dello stile.

E il prezzo? Consultando il nostro sito, potete constatare da voi che il Rolex Milgauss viaggia su cifre pari a circa il doppio di quelle dell’OmegaRailmaster. Anche nell’usato, il Railmaster pare deprezzarsi più che il Milgauss.

Qual è, quindi, l’orologio vincente tra questi due tool watch

Se per voi conta la sostanza meccanica e apprezzate lo stile vintage, l’Omega Railmaster fa per voi.

Se preferite un’estetica inconsueta ma con la riconoscibilità di un marchio come Rolex, sarete più orientati verso il Milgauss.

Chi scrive si è fatto un’idea ben precisa di quale dei due sia l’orologio migliore. Voi che ne pensate?

Se vi è piaciuto questo articolo, iscrivetevi alla Newsletter di Chronosect (in fondo alla home page) e leggete il nostro Magazine!


Condividi articolo con: